Pareri on-line

Esclusivamente per Ditte e Società

Offiamo la nostra consulenza professionale in tutte le problematiche afferenti al mondo del lavoro sia che esse riguardino gli aspetti economici, contabili, previdenziali o semplicemente giuridici del rapporto di lavoro.
Inserisci i tuoi dati e il tuo quesito, saremo lieti di rispondere e chiarire ogni tuo dubbio o problematica.
Il consulente del lavoro risponde alle tue domande

Ci sono 687 pareri

Pierpaolo - 13/09/2017 - 18:42:43
Salve buonasera vorrei farle una domanda se possibile riguardo ad un quesito...io lavoro presso una azienda siderurgica con il vecchio contratto a tempo indeterminato....ho deciso di dare le dimissioni sfruttando degli incentivi in denaro che l azienda sta proponendo, ed oltre gli incentivi l azienda mi fa usufruire di 24 mesi di Naspi.....chiaramente riconosco che una volta assunto in un altra azienda non posso usufruire più della naspi....ma volevo sapere...se vengo assunto da un altra azienda per esempio per 6 mesi è dopo il mio contratto non viene rinnovato...posso riusufruire della naspi? Spero sia stato chiaro...saluti Pierpaolo
RISPOSTA: Salve, alla fine del contratto a termine potrà percepire la Naspi. Cordiali saluti.
MARTINA - 13/09/2017 - 14:43:44
Buongiorno, vi scrivo per avere un’informazione. Sono stata assunta come apprendista impiegata il 06.09.2016, tipo e durata del rapporto: apprendistato professionalizzante a tempo indeterminato, 30 mesi Inquadramento: apprendista impiegata - categoria finale 4° categoria primo periodo: 2° categoria secondo periodo: 3° categoria terzo periodo: inquadramento 3° categoria e retribuzione corrispondente alla 4° categoria. Contratto applicato: CCNL METALMECCANICA PICCOLA E MEDIA INDUSTRIA Volevo sapere dopo quanti mesi passo da una categoria all’altra (con relativo aumento della retribuzione) in quanto ho potuto vedere due tipi di suddivisione: la prima: 10 mesi + 10 mesi + 10 mesi per gli assunti dal 01.01.2014 il cui contratto è finalizzato al conseguimento della categoria 4 o 5, i suddetti periodi saranno uguali a: 12 mesi + 10 mesi + 8 mesi Faccio parte della seconda categoria? Premetto che ad oggi (un anno da quando sono stata assunta) in busta paga sono ancora al secondo livello. Se così fosse dovrei vedere l’aumento nella prossima busta paga e quindi in quella di settembre? Rimango in attesa di una vostra gentile risposta Saluti
RISPOSTA: Salve, se parliamo di apprendistato professionalizzante fino a 10 mesi è il secondo livello dal mese 11 al 20 al terzo livello e dal 21 al 30 sempre terzo livello ma la retribuzione deve essere quella del livello di destinazione ovvero quarto livello. Cordiali saluti.
Carmen - 13/09/2017 - 12:50:48
Salve io vorrei un vostro parere deve possibile: lavoro da poco in un supermercato ed ho un contratto che mi scade a gennaio spero me lo rinnovino per febbraio..ed ecco il mio quesito..io e mio marito abbiamo intenzione di avere un secondo bambino come funziona poi per la maternità?se mi rinnovano il contratto non possono licenziarmi prima della scadenza?il mio è un contratto part time 0.50 a tempo determinato attendo una vostra risposta grazie Carmen
RISPOSTA: Salve, dovrà rassegnare le dimissioni presso l'INL. Cordiali saluti.
Rocco Lisi - 12/09/2017 - 12:00:10
differenza stipendio edile con metalmeccanico Gi assegni familiari spettano a un metalmeccanico
RISPOSTA: Salve, gli assegni familiari spettano a prescindere dal CCNL. Cordiali saluti.
barbara de luca - 11/09/2017 - 18:13:25
Buongiorno, sono una supplente scolastica che non ha posto fisso ma che ha potuto lavorare tramite le Mad. Quest'anno sono in gravidanza, mi chiedevo, se mi arrivasse una supplenza a parecchi km di distanza, poichè il mio ginecologo, sia per la mia età ( 40 anni), sia per la mia sintomatologia esasperata ( eccessivi episodi di difficoltà respiratoria), considerava riguardo a me, la circostanza di una gravidanza a rischio, mi chiedevo dunque a quale Ente consegnare il mio certificato di gravidanza a rischio (ASL? INPS?).In più come mi devo comportare? Se arriva la chiamata accetto la supplenza, e poi, senza spostarmi invio i documenti direttamente alla scuola o cosa? Grazie dell'attenzione, complimenti per il servizio svolto.
RISPOSTA: Salve, accetti la supplenza e poi si rechi alla ASL per il certificato di gravidanza a rischio e lo trasmetti alla scuola. Cordiali saluti.
Cosimo - 11/09/2017 - 12:08:14
Una domanda, cortesemente. Il contratto che mi lega alla mia azienda è un CCNL Metalmeccanico Industria. Quest'anno il 4 novembre cade di sabato. Mi verrà pagata comunque la giornata in più (perchè "La festività del 4 novembre, celebrata nella prima domenica di novembre, è regolata come le festività cadenti di domenica") oppure decade il pagamento perchè è sabato? Grazie!
RISPOSTA: Salve, per la festa del 2 giugno (spostata alla prima domenica di giugno)e quella del 4 novembre (spostata alla prima domenica di novembre), vale il trattamento previsto per le festività che coincidono con la domenica: vengono quindi retribuite in busta paga come giornate aggiuntive alla retribuzione mensile. Cordiali saluti.
Samanta Ricci - 11/09/2017 - 10:07:15
Buongiorno, avrei un quesito in merito alla rinuncia della proroga di contratto e diritto alla disoccupazione. Ho un contratto a tempo determinato in scadenza a fine settembre e per motivi personali mi trovo nella posizione di non voler accettare la proroga del contratto. In casi come questo avrei diritto all'indennità di disoccupazione? Grazie e cordiali saluti.
RISPOSTA: Salve, al termine del contratto potrà beneficiare della Naspi. Cordiali saluti.
Alessandra - 10/09/2017 - 21:56:12
Salve, lavoro da poco più di un anno con un contratto a tempo indeterminato di 5° livello Commercio per 16 ore settimanali. Ho letto che il periodo di preavviso per le dimissioni è di 20 gg di calendario. Viste le sole 16 ore settimanali, il periodo di preavviso può essere più breve? Se do le dimissioni entro il 15 settembre, il primo giorno di preavviso sarà il 16, vero? Grazie, cordiali saluti.
RISPOSTA: Salve, l'orario di lavoro non incide sul periodo di preavviso. Cordiali saluti
Eleonora - 09/09/2017 - 13:29:35
Buongiorno, il giorno prima della chiusura per le ferie estive, il 3/08/17, il mio datore di lavoro mi comunicava la necessità di cessare il rapporto di lavoro dandomi l’opportunità di scegliere tra le seguenti modalità: proseguire l’attività per qualche mese finché non avessi trovato un altro posto di lavoro oppure licenziandomi dandomi l’opportunità di usufruire dell’indennità di disoccupazione. Al rientro dalle vacanze presi la decisione di farmi licenziare in quanto non intendevo più proseguire a lavorare in quel posto (dato il comportamento avuto nei miei confronti). Comunicato questo al datore di lavoro non sono più andata in ufficio, con il suo benestare. Dopo 4 giorni mi ha scritto che vi erano due modalità per formalizzare la risoluzione del rapporto lavorativo: il licenziamento o la conciliazione assistita dai sindacati. Inoltre mi ha incolpata di non essermi presentata in ufficio nei giorni seguenti anche se gli accordi erano diversi. Gradirei un vostro consiglio anche in merito al preavviso precisando che ero assunta come addetta alla contabilità di 4° livello. Ringraziando anticipatamente porgo i migliori saluti
RISPOSTA: Salve, invii una raccomandata giustificando che l'assenza era stata concordata con il legale rappresentante della società in attesa della decisione se sopprimere o meno il posto di lavoro. Poi accetti il licenziamento anche con sindacato, ma faccia predisporre prima i conteggi delle sue competenze di fine rapporto. Cordiali saluti.
Marzia Parisio - 08/09/2017 - 13:17:19
Salve. Lavoro da 14 anni come segretaria di studio medico ed il mio datore di lavoro non solo non ha mai pagaTo nei giorni stabiliti come da busta paga ma non ho mai percepito 13ma e 14ma. Si è sempre approfittato del fatto che io non dicessi nulla e della mia situazione economica. Adesso dopo 14 anni ho iniziato a chiedere quello che mi spetta ma invano. Vorrei dimettersi per giusta causa ma non ho prove se non dei messaggi privati, quindi non mi resta che dimettersi volontariamente. Non riesco a prendere un appuntamento con un funzionario cisl e vorrei sapere come comportarmi qualora volessi chiedere le dimissioni: tempistica di preavviso, assenza da lavoro qualora volessi assentarmi, ed importantissimo il TFR se non dovesse darmi la buona uscita. Cosa dovrei fare in questi casi? Nel ringraziarla anticipatamente porgo cordiali saluti.
RISPOSTA: Salve, deve recarsi presso l'INL della sua città e presentare dimissioni giusta causa, ne ha tutti i diritti. Cordiali saluti.

Fotogallery

News (Visualizza tutte le news »)