Pareri on-line

Esclusivamente per Ditte e Società

Offiamo la nostra consulenza professionale in tutte le problematiche afferenti al mondo del lavoro sia che esse riguardino gli aspetti economici, contabili, previdenziali o semplicemente giuridici del rapporto di lavoro.
Inserisci i tuoi dati e il tuo quesito, saremo lieti di rispondere e chiarire ogni tuo dubbio o problematica.
Il consulente del lavoro risponde alle tue domande

Ci sono 687 pareri

Giuseppe Mariani - 05/11/2017 - 18:44:53
Buonasera, ho un quesito per quanto riguarda una mia collaboratrice familiare e la futura pensione. Lei ha ora 69 anni, ha 12 anni di contribuzione (gestione separata) continuativa fino ad oggi più 3 anni di contributi versati da un ex datore di lavoro quando lei era dipendente nella fine anni 80. Volendo smettere di lavorare dal 2018, è possibile continuare a versare i contributi volontariamente? Per arrivare ai 20 anni di contribuzione si può tenere conto anche dei 3 anni lavorati precedentemente come dipendente? E' quindi verosimile il calcolo che a 74 anni avrebbe la pensione con 12 anni di gestione separata, 3 da dipendente e 5 volontari? Grazie di cuore,distinti saluti.... Giuseppe
RISPOSTA: Salve, é possibile versare i contributi volontariamente, ma le consiglio di recarsi presso un patronato che farà i giusti calcoli per eventuale convenienza o meno. Cordiali saluti.
Daniele - 04/11/2017 - 10:14:34
Salve, volevo sapere se aprendo una ditta individuale di palestra ove praticare sport di sollevamento pesi (riconosciuto dal C.O.N.I.), e quindi con codici ateco 93.12 oppure 93.13 a quale gestione previdenziale deve iscriversi il titolare della ditta?
RISPOSTA: Salve, alla gestione artigiani/commercianti INPS. Cordiali saluti.
Marco - 04/11/2017 - 10:02:45
Buongiorno, ho un contratto di lavoro full-time a 40 ore CCNL chimico-farmaceutico. L'orario di lavoro si svolge su tre turni lavorativi di 8 ore dal lunedi al sabato (Domenica riposo). Nello sviluppo della turnazione, articolata su 4 settimane, vi sono dei riposi infrasettimanali dopo il turno notturno. La domanda che vorrei porvi è: se coincide una festività nazionale, nel giorno del riposo infrasettimanale, dobbiamo recuperarla (in quanto non fruita) o non spetta nulla?
RISPOSTA: Salve, dovete recuperarla. Cordiali saluti.
Clara - 03/11/2017 - 17:20:56
Buonasera, attualmente lavoro come educatrice professionale con un contratto di 38 ore settimanali (sostituzione di maternità) ma vorrei anche lavorare in privato. Come posso lavorare senza aprire la partita iva. Regolarizzando il mio lavoro esterno? Grazie. Esistono contratti di collaborazione? Come funzionano?
RISPOSTA: Salve, può effettuare delle prestazioni occasionali ma nn deve superare i 5.000,00 euro annuì. Cordiali saluti.
Marco - 03/11/2017 - 06:07:50
Salve, sono una Gpg da 5 anni presso lo stesso istituto,vorrei sapere se posso andare a fare 2 settimane di prova in europa con la prospettiva di rimanerci,se è possibile fare 2 sett di aspettativa e rientrare in patria se non dovesse andare,oppure andare in ferie per. Questo arco di tempo e lavorare in Europa,e è possibile farlo,rischio qualcosa con la legge o inps? Grazie
RISPOSTA: Salve, deve chiedere una aspettativa non retribuita. Cordiali saluti.
Carlo - 03/11/2017 - 03:49:19
Salve,da poco sono stato licenziato,anno 07/2016 ad 08/2017 avendo un contratto Part-Time,(però lavorando per 9 ore al giorno) che dopo un mese l'ha trasformato in tre ore giornaliere senza avvisarmi e firmandogli le buste paga per la fiducia senza leggerle,e con la retribuzione sempre in contanti cosa posso fare? E se potrei recuperare in denaro anche gli anni del 2012 fino al 07/2016 senza alcun contratto. Grazie.
RISPOSTA: Salve, deve rivolgersi ad un consulente del lavoro o avvocato del lavoro per recuperare quanto non le é stato retribuito e contribuito. Cordiali saluti.
Roberto - 02/11/2017 - 18:41:02
Salve. La mia domanda è questa: se una ditta individuale operante nel campo edile volesse usufruire dell'aiuto di un collaboratore per una giornata (ad esempio per portare via i calcinacci derivati da una ristrutturazione), come dovrebbe pagarlo dato che i voucher Inps non sono più utilizzabili nel campo dell'edilizia? Ci sono altre possibilità oltre all'utilizzo di un contratto a tempo determinato giornaliero (cosa che mi sembra abbastanza inutile)??? Grazie.
RISPOSTA: Salve, purtroppo deve assumerlo per 1 giorno. Cordiali saluti.
ROBERTA - 02/11/2017 - 17:03:40
Ho reperito tra i documenti l'originale di un mod 101 attestante gli emolumenti percepiti e i contributi versati. Ho inoltrato domanda telematica di segnalazione all'Inps allegando inoltre libretto di lavoro tre buste paga. in occasione di incontro mi hanno comunicato il riconoscimento esclusivamente basato sulle buste paga non riconoscendo il 101 come documento in quanto solo fiscale. L'Ente mi ha confermato la presenza dei contributi versati - da qui il riconoscimento del periodo dei 3 mesi- ma per i restanti 5 mesi riferiscono che non si evince il nominativo per il quale sono stati versati avendo solo importi globali per vari nominatvi. (????). Disposta anche al riscatto (inoltrata domanda) non riesco avere risposta. Come faccio a fa valere i miei diritti??
RISPOSTA: Salve, conviene rivolgersi ad un consulente del lavoro per farsi assistere. Cordiali saluti.
Maria Giovanna Vignoni - 01/11/2017 - 12:04:37
Buongiorno, Vi scrivo per avere una risposta al seguente quesito. Sono disoccupata da più di tre anni. Un’amica, consulente finanziaria, mi ha chiesto di organizzarle un evento. Come posso regolarizzare la prestazione? Posso emettere una ricevuta di collaborazione occasionale, considerato che l’importo sarà sicuramente inferiore ai 5000 euro e i giorni di lavoro inferiori ai 30? Grazie per la cortese attenzione. Maria Giovanna Vignoni
RISPOSTA: Salve, può emettere una ricevuta per importo non superiore a 5.000,00 euro con solo codice fiscale. Cordiali saluti.
Raffaella - 31/10/2017 - 17:56:59
Buongiorno, sono un medico dipendente di un ospedale privato convenzionato che svolge anche lavoro autonomo (per cui verso contributi all'enpam). In maternità percepisco l'indennità solo dall'INPS per quanto concerne il lavoro da dipendente, da enpam non percepisco nulla. Volevo sapere se posso continuare a svolgere il lavoro da autonomo per quanto concerne la libera professione: - sia durante il periodo di maternità obbligatoria, - sia durante i mesi di interdizione (l'ospedale, non potendomi spostare ad altra mansione, mi ha messo a casa più dei 5 mesi obbligatori per rischio biologico) - sia durante il periodo di maternità facoltativa (30%). Grazie
RISPOSTA: Salve, può svolgere il lavoro autonomo. Cordiali saluti.

Fotogallery

News (Visualizza tutte le news »)