Pareri on-line

Esclusivamente per Ditte e Società

Offiamo la nostra consulenza professionale in tutte le problematiche afferenti al mondo del lavoro sia che esse riguardino gli aspetti economici, contabili, previdenziali o semplicemente giuridici del rapporto di lavoro.
Inserisci i tuoi dati e il tuo quesito, saremo lieti di rispondere e chiarire ogni tuo dubbio o problematica.
Il consulente del lavoro risponde alle tue domande

Ci sono 665 pareri

Mariacristina - 23/11/2017 - 07:56:57
Buongiorno mi chiamo Maria Cristina e sono una parrucchiera. Lavoro in un salone con regolare contratto a tempo indeterminato con 40 ore settimanali e 2 giorni di riposo settimanali (domenica e lunedi). Il problema è questo...il mio titolare ha deciso di tenere aperto il 24 dicembre, che cade di domenica,togliendomi quindi il mio giorno di riposo. Ho chiesto quindi quanto sarei stata pagata quel giorno,dopo aver parlato col suo commercialista mi comunica che il 24 dicembre sarò pagata un giorno e mezzo in più. La mia domanda è..vi risulta che sia così?ho diritto al recupero della mia giornata di riposo? In attesa della vostra risposta vi ringrazio per la vostra disponibilità.
RISPOSTA: Salve, avrà diritto alla giornata pagata con la maggiorazione del lavoro festivo. Cordiali saluti.
franco - 22/11/2017 - 14:25:45
Buongiorno,lavoro da piu' di un anno in una struttura come oss inizialmente mi hanno sottoscritto un contratto di 11 mesi alla scadenza mi hanno prorogato il contratto per altri 14 mesi,premetto senza alcun giorno di stacco fra primo e secondo contratto quindi ho sempre lavorato e mai interrotto il rapporto di lavoro....ho saputo che in questo caso mi posso ritenere gia' a contratto indeterminato non avendo avuto nessun giorno di stacco fra i due contatti e' vero o no?se non vero come si puo' comportare in futuro l'azienda?con ulteriori proroghe o contratto oaltro? attendo risposta grazie franco
RISPOSTA: Salve, da quello che leggo le hanno fatto una proroga e non un nuovo contratto. Pertanto non può essere considerato a tempo indeterminato. Cordiali saluti.
susanna - 22/11/2017 - 10:36:49
Il dipendente accetta in buona fede la designazione, ma non supera il test finale del corso di aggiornamento. Oppure non supera la prova pratica (estinzione di un piccolo fuoco con estintore), perché si rifiuta di eseguirla, per istintiva paura del fuoco oppure perché non riesce a sollevare un estintore del peso di 15 kg. Quali sono le possibili conseguenze a livello rapporto lavorativo, se non risulta idoneo in base all’esito del corso di aggiornamento frequentato? Ringrazio anticipatamente della risposta fornita.
RISPOSTA: Salve, conviene sottoporlo a visita medica con il medico competente nominato in azienda e poi procedere di conseguenza. Cordiali saluti.
Francesco - 22/11/2017 - 10:29:56
Buongiorno, un associazione di promozione sociale (no società sportiva) in merito allo sviluppo di alcuni progetti, vorrebbe nominarmi segretario generale, essendo un' attività tipo amministratore delegato, come possono inquadrare la mia posizione con compenso annuo invece di un inquadramento come dipendente ed evitare buste paga o altro. Grazie
RISPOSTA: Salve, potrebbero inquadrarla con un compenso annuo con iscrizione alla gestione separata INPS. cordiali saluti.
tiziana - 22/11/2017 - 04:33:19
Buongiorno, ho 52 anni di eta' e 27 di servizio, sono fisioterapista in ospedale. Ultimamente soffro di ansia depressiva con attacchi di panico, attualmente sono a casa in malattia, ma questo mi peggiora le cose, sono single, non ho figli , e stare a casa mi arreca piu' danno che utilita', rientrare a lavoro e trattare i pazienti non ci riesco, posso chiedere un cambio mansione? passare ad esempio in un ufficio? se si come devo fare? Grazie.
RISPOSTA: Salve, chieda una visita con il medico preposto aziendale di medicina del lavoro. Cordiali saluti.
giuseppa - 21/11/2017 - 17:51:10
buonasera, sono titolare di carta sia, nucleo 4 persone,una figlia minore, sono divorziata e non percepisco l'assegno divorzile per mancato mantenimento.Quest anno ho lavorato solo 10 giorni che sommandosi ai mesi lavorati nel 2016 mi hanno permesso di riscuotere 1100 euro di naspi,somma che mi è stata accreditata a settembre del 2017.Ad aprile avevo inoltrato richiesta SIA e a settembre ho riscosso il bimestre maggio giugno.Dopodichè la carta è stata sospesa per la presenza della naspi ma come spiegare all'inps che è la disoccupazione del 2016 ? vi ringrazio per la risposta che vorrete darmi e per questo importante servizio.distinti saluti.Randazzo Giuseppa
RISPOSTA: Salve, credo sia il caso si rechi ad un patronato per farla assistere. Cordiali saluti.
Vincenza - 21/11/2017 - 14:03:57
Salve mi si è posto un problema enorme, voglio lasciare il mio posto di lavoro dove sono inquadrata come oss livello 4s andaste a tempo determinato con scadenza 31/12/2017. Volendo presentare la lettera di dimissioni con preavviso di 15 giorni mi è stata rifiutata e mi è stato detto che per andar via devo padre una penale poiché loro non mi licenzieranno fino alla fine del contratto. Come posso fare per essere licenziata senza dover aspettare il 31 dicembre? La prego di aiutarmi distinti saluti
RISPOSTA: Salve, può rassegnare le dimissioni quando vuole con il dovuto preavviso. Cordiali saluti.
Elena Pirola - 20/11/2017 - 22:28:33
Buonasera, sono socia lavoratrice uscente di una Snc (nel senso che sto trattando la cessione delle mie quote - 30% - per uscire dalla società per gravi motivi di mobbing, per il quale mi sono già rivolta ad un avvocato) e ho trovato un altro lavoro, ma dovrei iniziare il 2 dicembre e la commercialista mi dice che non posso avere un altro contratto di lavoro se prima non mi liquidano le quote della Snc. E' corretto? C'è un modo per cui io possa accettare quel lavoro? Il nuovo datore sarebbe disposto a qualsiasi tipo di contratto. Può darmi un consiglio? La ringrazio moltissimo e saluto cordialmente. Elena Pirola
RISPOSTA: Salve, se é socia lavoratrice dipendente non può assere assunta altrove. Ma se è solo socia può essere assunta. Cordiali saluti.
Silvia - 19/11/2017 - 12:35:33
Buongiorno. Lavoro ormai da 8 anni in un forno/bar al centro con un contratto full time indeterminato. Inizialmente la mia unica mansione era quella di cassiera, che ogni tanto ancora svolgo, successivamente mi hanno insegnato a stare anche nel reparto pane e banco bar come aiuto banchista. Da tutto ciò scaturiscono turni ovviamente non fissi, un giorno al pane, poi bar, poi cassa. Tutto questo mi sta causando un enorme stress che ho già fatto presente a chi di dovere, sottolineando anche il fatto che i turni ci vengono comunicati il venerdì e spesso addirittura il sabato per la settimana successiva. Il mio quesito è questo: posso svolgere mansioni al di fuori da quelle di contratto? Posso fare qualcosa per avere turni fissi o almeno più o meno regolari? Alla mia richiesta fatta ai principali mi è stato detto di no, che non si può fare, mentre altri miei colleghi hanno sempre turni fissi di mattina e tutto ciò non lo trovò equo. Il lavoro svolto e già molto pesante sia fisicamente che mentalmente, stare a contatto con il pubblico 8 ore tutti i giorni non è facile. Attendo vostro riscontro. Grazie!
RISPOSTA: Salve, se svolge mansioni diverse o più mansioni deve chiedere ai suoi titolari di adeguarsi. In caso contrario dovrà iniziare a scriverli. Cordiali saluti.
Roberta - 18/11/2017 - 10:08:08
Buongiorno, ho lavorato 3 mesi in un hotel che mi ha assunta tramite una coop somministratore lavoro. Quest ultima nn ha versato i contributi e presumo perderò anche il tfr e chissà se mi manderanno il cud. Presumo queste ultime mancanze dalle recensioni fatte da altri lavoratori a tale coop, i quali hanno avuto gli stessi problemi. Volevo sapere come comportarmi o se potrò recuperare tutto dall utilizzatore. Grazie
RISPOSTA: Salve, credo sia il caso scrivere ad entrambe le ditte tramite un sindacato o DTL. cordiali saluti.

Fotogallery

News (Visualizza tutte le news »)