Pareri on-line

Esclusivamente per Ditte e Società

Offiamo la nostra consulenza professionale in tutte le problematiche afferenti al mondo del lavoro sia che esse riguardino gli aspetti economici, contabili, previdenziali o semplicemente giuridici del rapporto di lavoro.
Inserisci i tuoi dati e il tuo quesito, saremo lieti di rispondere e chiarire ogni tuo dubbio o problematica.
Il consulente del lavoro risponde alle tue domande

Ci sono 687 pareri

Fabio - 22/08/2017 - 08:48:19
Salve. Per una assunzione relativa al rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato. Se un lavoratore è stato inquadrato in una categoria e mansione e assunto così, ma successivamente si vuole cambiare mansione, oltre che effettuare una comunicazione scritta come da accordi intercorsi con il lavoratore , esiste una comunicazione da effettuare agli enti preposti (dtl, etc) solo x il cambio mansione? Il resto delle condizioni contrattuali (qualifica etc) rimangono invariate. Grazie mille
RISPOSTA: Salve, oltre l'accordo tra le parti della nuova mansione, può essere variata anche con UNILAV se necessita per attribuire una mansione utile per direttore tecnico o preposto della società. Cordiali saluti.
STEFANO CARLUCCI - 21/08/2017 - 11:08:17
Salve, sono il commerciale di un'azienda che opera nelle arti grafiche ed attualmente risulto come dipendente. Avrei intenzione, per una mia crescita professionale ed economica, di aprirmi la partita iva con un monomoandato sempre per la stessa azienda. Vi chiedo quale siano i passaggi da affrontare per chiudere ad aprire questa nuova posizione (liquidazione , tfr ec..) grazie
RISPOSTA: Salve, premesso che bisogna valutare la bontà dell'attività di agente non configurabile come proseguo di lavoro subordinato, basterà rassegnare le dimissioni e percepirà tutte le competenze di fine rapporto compreso TFR e poi aprire una partita iva come agente dove le verrà riconosciuta l'indennità clientela e indennità fine mandato. Cordiali saluti.
Vincenzo - 21/08/2017 - 09:52:45
Buongiorno, sono un quadro di 8 livello in un'azienda metalmeccanica, vorrei dei chiarimenti riguardo la retribuzione in caso di lavoro nei giorni festivi (domeniche): spesso mi trovo all'estero e svolgo le mie attività lavorative nella giornata di domenica, l'azienda sostiene di non dovermi pagare lo straordinario, in quanto essendo quadro possiedo un compenso forfettario che copre anche la giornata festiva, è realmente così? o il forfait copre solo da lunedì a sabato? Grazie buona giornata
RISPOSTA: Salve, ovviamente se lavora di domenica dovrà riposare un giorno in settimana, in quanto non può lavorare 7 giorni su 7. Gli straordinari sono già ricompresi nella sua paga, compreso il lavoro domenicale, ma non deve essere un lavoro supplementare fisso e sistematico. Cordiali saluti.
Maria Teresa - 19/08/2017 - 14:48:51
Salve, Avrei bisogno urgentemente di una risposta. Ho un contratto a tempo indeterminato per scuole private. La scuola per la quale lavoro è chiusa per tutto il mese di Agosto per lavori di ristrutturazione. Ci è stato Detto che saremmo stati regolarmente pagati. Io peró, avendo trovato un altro lavoro, vorrei rassegnare le mie dimissioni quando la scuola riapre, cioè il 4 di Settembre. Il lavoro non prevede notifiche particolari. Ho diritto lo stesso alla retribuzione per il mese di chiusura, anche se mi di metto? Grazie
RISPOSTA: Salve, le spetta la retribuzione fino alla data delle dimissioni, ma dovrà comunicare il preavviso. Cordiali saluti.
marco - 18/08/2017 - 23:49:04
Gentili professionisti buonasera.Con vostra disponibilità avrei un quesito ( per me lacunoso ) da porvi. Lavoro presso una banca dalle 8 alle 17 ed avendo una mamma diversamente abile usufruisco della legge 104 tre giorni di permesso mensili. Premesso che mia mamma solitamente alle 18 la sera si alletta, posso uscire di casa ed andare diretto dalla mia famiglia ( moglie figli) a 1 km, cioè devo fermarmi per forza fino a mezzanotte oppure la legge mi permette anche alle 18 di uscire prima? Grazie.
RISPOSTA: Salve, può raggiungere la sua famiglia come ha indicato. Cordiali saluti.
francesca - 18/08/2017 - 11:56:27
lavoro 20 ore settimanali con orario flessibile.Avendo un minore di anni 2 posso chiedere un orario compatibile con gli orari di scuola del bambino visto che gli orari sono articolati nelle 12 ore lavorative?Grazie.
RISPOSTA: Salve, compatibilmente con le esigenze aziendali può accordarsi con il datore di lavoro. Ma non vi è alcun obbligo. Cordiali saluti.
Luigi - 17/08/2017 - 10:22:33
Buongiorno!sono dipendente da 20 presso lo stesso datore di lavoro,sino a luglio 2015 presso una officina con contratto di artigianato dal mese successivo,la suddetta officina è stata assorbita da una più grande,dove si applica il contratto metalmeccanici per la piccola industria. Nel cambio,il datore di lavoro non è cambiato ma,i parametri della busta paga si. Porto ad esempio il superminimo,pressoché dimezzato e riassorbibile con la giustificazione che ha aumentato il livello. Essendo stato fatto tutto unilateralmente,cioè senza la mia presenza,ho la possibilità di chiedere veriazioni e/o rinegoziare il tutto? Grazie per il tempo dedicatomi
RISPOSTA: Salve, i CCNL sono differenti quindi tabelle retributive differenti. Bisognerebbe visionare il contratto di fusione, ma la busta lorda non dovrebbe essere modificata. Può chiedere delucidazioni al suo datore di lavoro. Cordiali saluti.
Luca - 16/08/2017 - 13:07:09
Si può fare il muratore o l'imbianchino con la licenza media?
RISPOSTA: Salve, certamente. Cordiali saluti.
Erasmo - 14/08/2017 - 21:52:35
Salve vorrei sapere se con la qualifica di montatore impianti potrei essere abilitato al montaggio di impianti di sollevamento per cose e persone Grazie
RISPOSTA: Salve, per essere abilitato deve presentare domanda presso la CCIAA se ha raggiunto i requisiti richiesti. Cordiali saluti.
Daniel - 12/08/2017 - 12:52:14
Salve! Ringrazio anticipatamente per la domanda. Sono stato pagato tramite assegno Come retribuzione della busta paga. Questo per via del disegno di legge c1041 che impedisce il pagamento in contanti (anche se avrei preferito i contanti). ovviamente corrisponde, ma il problema è che non possiedo un conto, e preferirei riscuotere in contanti. Posso oppure devo aprire un conto alla banca/posta?grazie ancora!
RISPOSTA: Salve, se la sua retribuzione netta non supera euro 3.000,00 può essere pagato in contanti. Cordiali saluti.

Fotogallery

News (Visualizza tutte le news »)