Pareri on-line

Esclusivamente per Ditte e Società

Offiamo la nostra consulenza professionale in tutte le problematiche afferenti al mondo del lavoro sia che esse riguardino gli aspetti economici, contabili, previdenziali o semplicemente giuridici del rapporto di lavoro.
Inserisci i tuoi dati e il tuo quesito, saremo lieti di rispondere e chiarire ogni tuo dubbio o problematica.
Il consulente del lavoro risponde alle tue domande

Ci sono 666 pareri

alfonso - 09/07/2017 - 16:40:50
Gentile consulente! Vorrei chiederle un informazione riguardo alla mia situazione di lavoro..Io sono stato assunto a tempo indeterminato il 1 dicembre 2015 con il contratto job act e sono stato sospeso a ottobre 2016 per incompatibilità di rapporto con i colleghi secondo quanto mi ha detto il mio datore di lavoro..Fino adesso non ho ricevuto ne stipendio ne buste paga ma sta versando i contributi..Ha detto di aspettare 18 mensilità per avere la lettera di licenziamento in base alla quale mi consegnerà le buste che mancano..e possibile?!Mi deve pagare solo i mesi che ho lavorato fisicamente o per legge mi spetterebbe tutto il periodo del contratto anche se sono stato a casa?! Come mi devo comportare?!Ho una scadenza entro cui posso recuperare i soldi? La ringrazio per la sua risposta cordiali saluti Alfonso
RISPOSTA: Salve, finché rimarrà assunto, anche se non la fanno lavorare, avrà diritto a tutte le retribuzioni e i relativi contributi. Cordiali saluti.
Francesco - 09/07/2017 - 14:40:00
Buongiorno, ho un contratto a tempo indeterminato con una Multinazionale con sede a Roma. Sono stato assunto a dicembre 2015 con legge categorie protette 68/99. La proprietà della multinazionale è passata, nel corso di quest'anno, totalmente dagli Olandesi ai Cinesi e questi ultimi stanno procedendo con la chiusura della sede di Roma. Ci sono altre due sedi che terranno aperte, Ravenna e Ginevra. Ora la mia domanda è, quali potrebbero essere le conseguenze di questa chiusura considerando il mio contratto? Possono licenziarmi? E quali tutele ho in mano? Grazie per la vostra disponibilità. Cordialmente Francesco
RISPOSTA: Salve, prima di licenziarla per cessazione attività su Roma, potrebbero offrirle il trasferimento presso altra sede se la sua mansione è compatibile nelle nuove sedi. Cordiali saluti.
Viola - 08/07/2017 - 14:26:22
Salve, ho un contratto a tempo determinato con scadenza il 30 settembre 2017, ho ricevuto una proposta di lavoro migliore posso dare il licenziamento in anticipo con preavviso? Grazie
RISPOSTA: Salve, certamente potrà rassegnare le dimissioni in qualsiasi momento rispettando i termini del preavviso. Cordiali saluti.
Anca - 06/07/2017 - 16:25:38
Salve.sono una dipendente di una società grande. Ho avuto per 3 anni il contratto apprendistato poi è scattato in indeterminato. Sono stata in maternità obbligatoria e poi sono rientrata al lavoro uzufruendo del'allatamento.qua do e arrivata la 14ma sulla busta paga esce una voce 8823 recupero 14ma mensilità, mi sono stati ritenuti 200 eur della mia 14ma . Ma non capisco perché??? Ci sta qualche spiegazione ??? Io sapevo che sia maternità Che allattamento matura 14ma e che dovevo prendere tutti soldi . GraZie mille
RISPOSTA: Salve, è giusto quanto applicato dal datore di lavoro. La 14esima era già erogata durante la maternità, ovvero nel calcolo dell'importo erogato. Cordiali saluti.
Sergio - 04/07/2017 - 18:34:04
Buongiorno. Un amico fa il farmacista, contratto da 39 ore settimanali. Il martedì è il giorno libero, il lunedì, mercoledì, giovedì, venerdì fa 8 ore, il sabato 7. Il problema è quando gli assegnano il lavoro notturno il mercoledì sera dalle 20 fino alle 8 del giovedì mattina. In tal caso la settimana diventa così: lunedì 8 ore, martedì giorno libero, riprende a lavorare mercoledì dalle 20 fino alle 8 del giovedì (12 ore), osserva 24 ore di riposo obbligatorio e riprende a lavorare venerdì che fa 8 ore, mentre il sabato le solite 7. Riassumendo fa così 35 ore invece di 39. E' una situazione normale o il datore di lavoro sta togliendo 4 ore di lavoro che spettano al mio amico?
RISPOSTA: Salve, il datore di lavoro deve comunque retribuire le 39 ore settimanali e per le ore notturne applicare la maggiorazione prevista dal CCNL. cordiali saluti.
michela natale - 04/07/2017 - 17:33:54
io ho un contratto di lavoro part-time,fino a marzo 2017 ho usufruito del permesso di allattamento.Finito tale periodo ho notato una diminuzione dello stipendio di circa cento euro.Potrebbe essere corretto?
RISPOSTA: Salve, lo stipendio non dovrebbe variare. Deve controllare la busta paga e evidenziarla al datore di lavoro. Cordiali saluti.
Laura Giardi - 04/07/2017 - 16:12:52
Un dipendente ha richiesto permessi legge 104/92. Il suo orario di lavoro di 36 ore settimanali, suddiviso su 5 giorni, è il seguente:8,8,8,6,6. Se la richiesta è di 3 giorni, è indipendente dall'orario giornaliero? Se ipoteticamente l'orario fosse di 10,10,10,3,3 può chiedere 30 ore? Grazie
RISPOSTA: Salve, i 3 giorni sono indipendenti dal numero di ore stabilite nel contratto di assunzione. Cordiali saluti.
Lu - 04/07/2017 - 13:28:55
Buongiorno sono una dipendente a tempo indeterminato 4 livello contratto commercio.Tra pochi mesi il negozio in cui lavoro subirà un cambio gestione.Vorrei sapere se il nuovo titolare è obbligato ad accettare il passaggio diretto dei dipendenti. Nel caso io non accettassi questo passaggio,ho diritto alla disoccupazione?. Se invece il vecchio titolare non vuole licenziarmi e mi tiene per altri punti vendita può essere motivo valido di dimissioni da parte mia? Grazie
RISPOSTA: Salve, bisognerebbe leggere il contratto di cessione, ma in linea di massima il suo rapporto di lavoro deve continuare con il nuovo datore di lavoro. Se non accetta verrà licenziata e potrà accedere alla Naspi. Se rassegna le dimissioni non ha diritto alla Naspi. Cordiali saluti.
Alessia - 03/07/2017 - 17:31:41
Buongiorno, ho un contratto AIOP con lordo mensile di euro 1645 per 13 mensilità. nella mia prima busta paga di giugno non c'era il bonus renzi. come mai? grazie Alessia
RISPOSTA: Salve, il datore di lavoro è obbligato ad erogare il bonus Renzi, salvo richiesta di rinuncia da parte del lavoratore. Pertanto informi il datore di lavoro della mancata erogazione del bonus, che comunque può recuperare con il 730. Cordiali saluti.
Marina - 03/07/2017 - 13:32:28
Ciao sono alle dipendenze con un contratto indeterminato con una società che ha preso un locale in gestione sotto sequestro, ha settembre rientra il proprietario del locale,la mia domanda è: il proprietario può licenziarli ho per legge,visto il tipo del mio contratto è obbligato a tenermi? Grazie
RISPOSTA: Salve, bisognerebbe leggere i termini del contratto di subentro. Ma in linea di massima, se cessa l'attività il suo datore di lavoro in quel locale , potrebbe licenziarla. Cordiali saluti.

Fotogallery

News (Visualizza tutte le news »)